image
scuola primaria
image
image


[indietro]

OFFERTA FORMATIVA

Scuola Primaria

 

Criteri di formazione delle classi

Come deliberato dai competenti Organi Collegiali, i criteri per la formazione delle classi sono i seguenti:

-      Scelta, da parte delle famiglie, del tempo scuola.

-      Valutazione ed indicazioni degli insegnanti della scuola dell’infanzia.

-      Composizione di classi equilibrate per il numero di maschi e femmine.

Nel caso di esubero di richieste di tempo pieno rispetto ai posti disponibili, il Collegio dei Docenti proporrà nuove riflessioni sui criteri di ammissione alle classi prime che dovranno essere approvate dal Consiglio d’Istituto.


In applicazione della legge 28.3.2003, n. 53, del decreto legislativo 13.2.2004, n. 59, della circolare ministeriale 5.3.2004, n. 29 e della Riforma Gelmini, tenendo conto delle indicazioni del Consiglio di Istituto, dei Consigli di Interclasse e delle richieste delle famiglie, il Collegio dei docenti ha definito le seguenti modalita' organizzative

Il curricolo obbligatorio nazionale e' di 27 ore settimanali, 3 ore opzionali

Le 33 classi presenti nella scuola sono organizzate:

 

Tempo a 27 ore: 7 classi, con un rientro pomeridiano

Tempo a 30 ore: 2 classi due rientri pomeridiani

Tempo a 40 ore: 23 classi

 

 

Altre articolazioni orarie:

1 classe a 36 ore

 

Moduli orari presenti nella scuola:

 

 

 

 Aree disciplinari ed ambiti della primaria

Nell'orario di classe sono ripartite le ore spettanti a ogni disciplina, alle ore opzionali, alle educazioni, al tempo mensa e al tempo dopo mensa.

Le attivita' opzionali, scelte e attuate nelle singole classi, consistono in attivita' di approfondimento delle aree disciplinari e in progetti di arricchimento dell'offerta formativa, tenendo conto della programmazione didattica.

Le attivita' opzionali sono svolte da tutti gli alunni.

 

In linea generale, l'assegnazione degli insegnanti alle classi e alle aree di insegnamento, comprese le attivita' laboratoriali, tiene conto della continuita' didattica, delle competenze ed esperienze professionali dei docenti e dell'esigenza di evitare o limitare la frammentarieta' degli interventi educativo-didattici.

L'organizzazione scolastica verra' valutata periodicamente, in base alle indicazioni per il curricolo e i Regolamenti della scuola primaria, emanate dal Ministro della Pubblica Istruzione.

 


image

 
image
 
 
image